Psicologo Roma


 

Chi è lo psicologo

La psicologia è lo studio della psiche, lo psicologo è quindi colui che studia il comportamento e la mente, ossia i processi psichici, mentali e cognitivi nelle loro componenti consce e inconsce, applicando il metodo scientifico e/o all'interno di una prospettiva soggettiva intrapersonale.

La professione di psicologo

Nel nostro paese la professione di psicologo rientra nella categoria delle professioni sanitarie. Per la Legge Italiana istitutiva della professione (L. 18/02/89, n. 56 "Ordinamento della professione di Psicologo) questa comprende: "l'uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito".
Per diventare psicologo è necessario essere laureati (5 anni) e dopo aver completato un tirocinio di 12 mesi, superare un esame di stato che abilita all'esercizio della professione. Se si intende esercitare la professione, bisogna poi obbligatoriamente iscriversi all'Albo professionale.
Nell'Albo professionale dell'Ordine degli psicologi sono istituite la sezione A e la sezione B: agli iscritti nella sezione A compete il titolo professionale di "Psicologo"; agli iscritti nella sezione B compete il titolo professionale di "Psicologo Junior", a cui è possibile accedere dopo il conseguimento della laurea Triennale di ambito psicologico, lo svolgimento di tirocinio semestrale e specifico Esame di Stato. Gli iscritti della Sezione B hanno alcune limitazioni in merito alle attività professionali che possono svolgere in autonomia.
I punti cardine del lavoro dello psicologo sono la ricerca, la consulenza e il sostegno psicologico.
Lo psicologo Roma studia e lavora nell'ambito della ricerca per accrescere le proprie conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’individuo, del gruppo e della comunità.

La consulenza psicologica

Nella consulenza psicologica ha il compito di “migliorare la capacità delle persone di comprendere sé stessi e gli altri e di comportarsi in maniera consapevole, congrua ed efficace”. Di fronte al disagio o al malessere psicologico, lo psicologo effettua la cosiddetta “analisi della domanda di aiuto”: dopo la valutazione diagnostica, si occupa di dipanare la natura della problematica presentata e selezionare e proporre le tipologie d’intervento più idonei per la risoluzione della stessa. La consulenza psicologica può riguardare la prevenzione e il miglioramento del benessere psicologico e relazionale dell’individuo, della coppia, della famiglia e di un gruppo.

Il sostegno psicologico

Nel sostegno psicologico si occupa di individui che stanno vivendo un momento di crisi dovuta a una situazione particolare -puntuale e limitata nel tempo- come per esempio il dover prendere una decisione importante, oppure la scoperta di una malattia che ha colpito sé o un proprio familiare, etc. In questo tipo di percorso si persegue l’obiettivo di sostenere il soggetto nel momento critico, supportandolo nella riattivazione delle proprie risorse, individuando le strategie migliori per la gestione della difficoltà causa della richiesta di sostegno.
Gli strumenti di lavoro dello psicologo sono il colloquio clinico, l’osservazione e la valutazione di elementi non verbali e relazionali, i test psicologici.


Cosa fa lo psicologo

Le attività dello psicologo possono indirizzarsi non solo al sostegno del singolo, ma anche della più ampia collettività, promuovendo interventi finalizzati alla promozione del benessere e della salute individuale e sociale, nonché progetti di ricerca psicosociale. E' possibile infatti trovare Roma psicologo in molte aree di intervento: in ambito clinico si occupa di diagnosi e sostegno psicologico nel suo studio o in una sede istituzionale (consultorio, reparti ospedalieri, ecc.); lo psicologo scolastico può essere chiamato a promuovere nelle scuole -di ogni ordine e grado- interventi pico-educativi e di prevenzione per studenti, insegnanti e genitori; lo psicologo del lavoro può occuparsi di gestione delle risorse umane in un’azienda; può partecipare alla valutazione e alla prevenzione dei rischi in ambito lavorativo; può portare un valore aggiunto nell’analisi e comprensione delle dinamiche relazionali e di gruppo sia in contesti organizzativi che istituzionali; lo psicologo può affiancare le attività giuridiche e forensi, in particolare se sono coinvolti minori; lo psicologo dello sport può monitorare i processi motivazionali in ambito sportivo, etc..

Lo psicologo a Roma può assolvere funzioni diverse, a seconda del contesto in cui si trova ad operare e alla preparazione specifica su di esso: la psicologia studia il funzionamento cognitivo, emotivo e comportamentale dell’essere umano in relazione col suo ambiente di vita e pertanto -ad esempio- lo psicologo che si occupa di sport ha in particolare approfondito lo studio e la gestione del mondo dello sport con le sue peculiari dinamiche, stili di relazione e problematiche tipiche.

Quando rivolgersi allo psicologo

Quando è necessario allora rivolgersi ad uno psicologo? Per qualsiasi interventi di prevenzione, diagnosi, riabilitazione e sostegno.
Ad esempio:
• 1) se si necessitano di interventi volti alla comprensione e risoluzione delle situazioni in cui le condizioni personali e la relazione con gli altri possono costituire fonte di disagio e di difficoltà;
• 2) se si ha intenzione di seguire percorsi di crescita e sviluppo personale come ad esempio per migliorare la comunicazione, l’autostima, la propria qualità di vita, etc.…;
• 3) se si ha bisogno di specifici interventi clinici: dalla valutazione e riabilitazione cognitiva (memoria, attenzione, percezione, linguaggio…) e dei disturbi del comportamento, alla riabilitazione psicosociale, alle valutazioni cliniche, alle perizie tecniche in ambito giudiziario, etc.
• 4) come supporto nei percorsi di interventi volti al benessere psicofisico come ad esempio quelli per il cambiamento delle abitudini (fumo, peso, etc.…), ed il controllo e gestione dello stress e delle emozioni.

Chi è e cosa fa lo psicoterapeuta

La qualifica di psicologo non abilita all'esercizio della Psicoterapia, professione che comporta una ulteriore formazione teorico-pratica almeno quadriennale presso scuole di specializzazione universitarie o riconosciute dal MIUR secondo la normativa vigente, e che come indica la sua stessa etimologia, è la professione che si occupa della cura e del trattamento della sofferenza della psiche, sia essa di natura mentale, emotiva o comportamentale.
In Italia l'attività dello psicoterapeuta è regolamentata ex art. 3 della Legge n° 56 del 18 febbraio 1989 (Ordinamento della professione di psicologo), che obbliga il professionista a conseguire una specializzazione post universitaria in psicoterapia, presso una scuola di specializzazione pubblica (universitaria) o privata riconosciuta dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca. A tali scuole possono accedere solo i laureati in psicologia o medicina iscritti ai rispettivi Albi professionali e il percorso è solitamente quadriennale o quinquennale. La specializzazione in psicoterapia può essere relativa a diverse teorie e metodi: ad esempio ci sono scuole ad approccio psicoanalitico, cognitivo-comportamentale, sessuologiche, transazionali, etc.

Chi è e cosa fa lo Psicologo sessuologo

Con il termine sessuologo Roma si indica la figura professionale dello psicologo psicoterapeuta specializzato in sessuologia e definito anche come sessuologo clinico o psicosessuologo. Dunque è un professionista che è laureato in psicologia, iscritto all'Albo e specializzato in psicoterapia ad indirizzo sessuologico.
La terapia sessuale
Oltre alle specifiche competenze riguardanti la dimensione psicologica e relazionale della sessualità, la sessuologa Roma o il sessuologo a Roma possiede un'adeguata conoscenza degli aspetti anatomici, fisiologici e fisiopatologici della risposta sessuale normale e delle sue possibili disfunzionalità. In tale ambito infatti è molto utile un inquadramento completo e multifattoriale dato che si lavora quasi sempre in équipe medica. Competenza principe dello psicologo sessuologo Roma è la terapia Sessuale (o Sex Therapy) che rappresenta un approccio terapeutico per il superamento delle disfunzioni sessuali basato sui principi della psicoterapia cognitivo-comportamentale.

La Sex Therapy prevede il suggerimento da parte della psicologa sessuologa Roma all'individuo e/o alla coppia, di specifici compiti e/o esercizi sessuali da vivere nel privato (ad esempio masturbazione maschile con oggetti, uso di oggetti masturbazione reciproca, giochi di ruolo, etc..), al di fuori delle sedute, utili alla promozione di una rielaborazione anche pratica degli schemi emotivi e comportamentali alla base del problema sessuale. In seduta lo psicologo sessuologo promuove la rielaborazione delle esperienze e dei vissuti funge da catalizzatore del cambiamento e del superamento delle difficoltà.
L'approccio terapeutico che caratterizza la moderna sessuologia e quindi il lavoro dei sessuologi Roma, fa riferimento ad un modello sempre più integrato in cui afferiscono tecniche e principi propri di diversi modelli psicoterapeutici tradizionali che, oltre alla già citata psicoterapia cognitivo-comportamentale, comprendono la psicoterapia breve strategica, la psicodinamica, l'approccio sistemico-relazionale, l'ipnosi clinica, il training autogeno e le psicoterapie ad integrazione corporea.